Nel segno di Filippo Patella le iniziative del Comune di Agropoli per il 2008 per ricordare i moti del 1828 e del 1848

Lascia un commento

dicembre 14, 2007 di feliciano1979

Presentate questa mattina, nell’Aula consiliare del Comune di Agropoli, dall’Assessore all’Identità culturale Franco Crispino, le iniziative per il 2008 in vista degli anniversari dei moti del 1828 e del 1848 che videro protagoniste le popolazioni del Cilento. Grande rilievo alla figura del sacerdote e rivoluzionario Filippo Patella con la proposta di intitolare una scuola al suo nome.

Nel corso dell’incontro, che ha visto la partecipazione degli studenti agropolesi, è stato proiettato il trailer del film documentario “1848 – Barricate a Napoli”, prodotto dallo studio cinematografico “Mekanè” di Agropoli, e distribuita una riproduzione fedele della copia del 19 maggio 1848 del “Giornale Costituzionale del Regno delle due Sicilie”. Presenti il Sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, il Vicesindaco, Mauro Inverso, Attilio Rossi e il giornalista Clodomiro Tarsia, rispettivamente regista e sceneggiatore del film “1848 – Barricate a Napoli”.

«Nel 2008 ricadranno il 180° anniversario dei Moti del Cilento del 1828 e il 160° anniversario dei moti del 1848 – ha affermato l’Assessore all’Identità culturale, Franco Crispino – Si tratta di due eventi che testimoniano l’attaccamento delle popolazioni cilentane ai principi di libertà e di democrazia e il grande contributo che seppero dare per l’Unità di Italia. Migliaia di cilentani pagarono il loro impegno con la vita, il carcere e l’esilio. Purtroppo nei libri di testo non vi è quasi traccia di questo coraggioso olocausto con gli studenti salernitani che ignorano che nelle loro radici vi è una storia così importante e formativa. Le ricorrenze del 2008, quindi, potranno consentire un significativo recupero di una memoria storica che, purtroppo, si va perdendo».

Per il 2008, quindi, l’Assessorato all’Identità culturale proporrà una serie di iniziative per ricordare e ridefinire i moti cilentani del 1828 e del 1848 e il triplice ruolo del sacerdote agropolese Filippo Patella – del quale il prossimo 11 gennaio ricorrono i 110 anni dalla sua morte – come rivoluzionario del 1848, combattente garibaldino nel 1860 e Preside ed educatore nelle scuole di Lucera, Catanzaro e Napoli nell’Italia postunitaria.

Programmate, per il 2008, la proiezione per tutte le scuole cittadine del film documentario sui moti del 1848, con il fondamentale impegno di Filippo Patella al fianco di Costabile Carducci; la distribuzione agli studenti di una monografia dell’eroe agropolese a cura del Comune di Agropoli; un convegno sulla figura e l’operato del sacerdote rivoluzionario; l’inaugurazione di un busto marmoreo di Patella. Proposta anche l’idea di intitolare un plesso scolastico alla memoria di Filippo Patella.

«Il film documentario “1848 Barricate a Napoli” – ha spiegato il giornalista Clodomiro Tarsia – rientra nel progetto “I nostri luoghi, la nostra storia”, che prevede una trilogia di film documentari sui moti del 1828, del 1848 e sul brigantaggio. L’intento è far recuperare la nostra identità di cilentani. E’ importante, cioè, che i giovani si formino partendo dalle proprie origini».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: