Il Presidente del Consiglio Regionale Sandra Mastella ai domiciliari per concussione

Lascia un commento

gennaio 16, 2008 di feliciano1979

Arresti domiciliari per Sandra Lonardo Mastella, presidente del Consiglio regionale della Campania, moglie del ministro della Giustizia. Il provvedimento è stato disposto dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. L’ipotesi di reato è tentata concussione nei confronti del direttore generale dell’ospedale di Caserta.A quanto si è appreso, l’inchiesta riguarderebbe uno scambio di favori. Le indagini sarebbero partite da intercettazioni a carico di un consuocero della signora Mastella.

Sandra Lonardo Mastella è nella casa di Ceppaloni, paese natale suo e del marito. Raggiunta al telefono daicronisti, ha detto di non avere alcuna notizia di un provvedimento di arresti domiciliari nei suoi confronti: “Apprendo dalla televisione la notizia.

Sono serena e pronta a fornire qualsiasi chiarimento. Credo che anche questo è l’amaro prezzo che, insieme a mio marito, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo”.

Il ministro Mastella si è presentato alla camera alle 10,45. “Avrei fatto un discorso diverso, avrei parlato di riforma della giustizia. Notizie annunciate dalla stampa, e perfino da un editoriale. Un discorso certamente diverso da quello che avrei fatto.

Vi parlo con il dolore nel cuore di chi sa e di chi è stato colpito negli affetti più pronfondi. Io pensavo a parte che la frattura fra magistratura e politica potesse essere ricomposto. Ma oggi mi accorgo che non è possibile. Sono percepito come un avversario da contrastare o da abbattere.

Ho rifiutato la pericolosa tentazione la palude dell’impotenza per la magistratura. L’illusione di poterci riuscire mi ha fatto fare uno sforza. Parlamento mai così incerto, illusione di poter riformare la magistratura con la collaborazione della stessa.

“Caccia all’uomo, persecuzione umana nei miei confronti. Tutta la mia famiglia è stata intercettata, tutto il mio partito è stato seguito dalla procura di Potenza, un tiro al bersaglio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: