Regione: trema la poltrona del Presidente Bassolino ma il Governatore si salva

Lascia un commento

gennaio 25, 2008 di feliciano1979

Bassolino, dalle stelle alle stalle. Dall’effettivo dominio all’effetto-domino, non è solo questione di accenti o puntini sulle “i”. E’ questione di question-time, di fibrillazioni e mozioni, soprattutto di conseguenze alla caduta di Prodi ed al disastro rifiuti che potrebbero essere devastanti per il Governatore. Tra gli elementi di fibrillazione, la rivoluzione-Udeur che è già uscita dalla maggioranza a livello nazionale così come al Comune ed alla Provincia di Caserta.

Peraltro, il gruppo regionale del Campanile non si è nemmeno presentato in consiglio, giudicando imperfetta un’assemblea che, a loro dire, sarebbe stato meglio rinviare. Non sono mancati momenti di tensione, soprattutto durante l’intervento del capogruppo di Alleanza Nazionale, Crescenzo Pivellini, che ha definito “codardi” i colleghi della maggioranza.

La mozione di sfiducia a Bassolino è una mannaia che avrebbe potuto decapitare il consiglio regionale, ma i numeri tengono ancora in piedi il Governatore e la sua Giunta. Sviluppi? Ancora presto per dirlo. Neppure il rimpasto degli assessori trova consensi. Sulla questione ha detto immediatamente no l’alleanzino Ronghi: “queste sono solo furbate per restare avvinghiati alla poltrona”. Per il centro-destra, è l’ora di passare la mano e ridare la parola agli elettori per recuperare almeno in parte quel rapporto di fiducia tra cittadini ed istituzioni ormai quasi del tutto compromesso.

Per Fausto Corace dei socialisti democratici, si è sbagliato tutto. Soprattutto nell’assecondare chi osteggiava i termovalorizzatori, perseguendo quella linea non si sarebbe mai giunti all’attuale disastro-rifiuti.

Il Presidente della Commissione Statuto Salvatore Gagliano ha evidenziato che “i cittadini hanno le idee chiare sulle responsabilità dell’emergenza rifiuti che è la degna conclusione di un centro sinistra che in Campania ha solo saputo distruggere ogni risorsa e comportarsi da veri farisei. Il risultato è il disastro ambientale e sanitario che ha distrutto l’immagine della nostra regione facendola divenire la capitale dei rifiuti”.

Per l’esponente di An, infine, “Bassolino sa perfettamente che il suo posto non è più a Santa Lucia né tantomeno in una Giunta tecnica; l’unica scelta sensata sarebbe, invece, quella di dimettersi e lasciare che il Consiglio vada a nuove elezioni”.

“La Campania oggi è una discarica a cielo aperto – ha sottolineato il consigliere del PD Ugo Carpinelli – ma in questo contesto catastrofico la città di Salerno rappresenta una positiva eccezione. Ciò perché il Sindaco De Luca ha saputo assumere decisioni con la scelta del termovalorizzatore collegata al potenziamento della differenziata”.

“Sui rifiuti si sono consumate troppe irresponsabilità – ha proseguito Carpinelli – infatti, dal sindaco di Napoli, che ha dichiarato la indisponibilità a realizzare il termovalorizzatore, alle tante forze politiche, di centro sinistra e di centro destra, scese in piazza contro il termovalorizzatore”.

“Occorre ritrovare senso di responsabilità e dare una svolta alla politica campana, approvare lo statuto, formare un esecutivo di emergenza, ridurre il numero delle Asl, adeguare la legge sui rifiuti: per vincolo di mandato politico esprimo fiducia a Bassolino nella convinzione che, in questo momento, un vuoto istituzionale sarebbe un danno ancor più grave”.

Il Consiglio Regionale della Campania ha respinto la mozione di sfiducia presentata dal centrodestra nei confronti del Presidente della Regione Bassolino in relazione all’emergenza rifiuti.A favore hanno votato i consiglieri del centro destra (17 voti ), contro la maggioranza (29 voti), si sono astenuti i tre consiglieri di Italia dei Valori.

Il Gruppo dei Popolari Udeur non ha partecipato alla seduta perché ritenuta, a causa dell’assenza di tre dei propri consiglieri, tra cui la più alta carica consiliare, il Presidente del Consiglio, Sandra Lonardo, invalidamente costituita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: