Rifiuti, smaltimento via mare; le navi cariche di spazzatura partiranno da Porto Salerno?

2

febbraio 20, 2008 di feliciano1979

Il porto commerciale di Salerno potrebbe avere un ruolo cardine nel tentativo di risoluzione della crisi rifiuti. Secondo l’accordo tra la Bundesverband der Deutsche Entsorgungswirtschaft (la Federazione tedesca imprese di smaltimento) e il commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania, Gianni de Gennaro, infatti, 200mila tonnellate di rifiuti saranno inviate in Germania, dove verranno bruciate.Diversamente dal passato, però non viaggeranno su rotaia ma via mare. Del trasporto si occuperanno società straniere dopo che saranno finalizzate le intese con le amministrazioni tedesche interessate dalle operazioni.

Mentre per quello che riguarda il porto di partenza sembra che la scelta ricadrà sullo scalo commerciale di Salerno e potrebbe svolgersi anche attraverso navi di piccolo cabotaggio. La notizia dell’interesse per Salerno è stata ventilata anche al presidente dell’autorità portuale, Fulvio Bonavitacola, che però – come ci ha rivelato telefonicamente – non ha avuto ancora nessuna conferma formale da parte del commissariato di governo.

Secondo le previsioni dei tedeschi il lavoro di smaltimento sarà terminato in «quattro o sei mesi» visto che l’avvio dipende dal tempo necessario per allestire le discariche campane.

fonte salernonotizie

Advertisements

2 thoughts on “Rifiuti, smaltimento via mare; le navi cariche di spazzatura partiranno da Porto Salerno?

  1. Giorgio ha detto:

    Salve, stiamo cercando i migliori bloggers della rete per impreziosire il nostro sito e per dare loro maggiore visibilità. Complimenti il suo blog è molto interessante. Saremmo felici se postasse i suoi articoli sul nostro sito: http://www.tincontro.it

  2. daniele della rocca ha detto:

    Diciamo la verità: a Salerno si faceva raccolta differenziata della spazzatura da oltre dieci anni. Ciò che non è mai esistito (e non esiste tuttora) è un programma mirato di assorbimento dei rifiuti attraverso strutture adeguate a questo scopo: non ci sono inceneritori, non si sa se e quando se ne farà concretamente uno, le discariche sono insufficienti. Ma la colpa di questo degrado è di chi ha governato la provincia negli ultimi 15 anni, non certo della gente comune, che piuttosto si è sempre adeguata a tutte le novità del momento (anche troppo). Così, mentre a Napoli i rifiuti giacciono abbandonati per le strade, oggi a Salerno, per decreto del sindaco Vincenzo De Luca, l’immondizia si tiene in casa, salvo essere smaltita a piccole dosi, un giorno si e uno no, grazie ad un’estemporanea reivenzione della suddetta raccolta differenziata. Con una metafora, diremmo che l’ottimo sindaco ha fatto come quella domestica furbacchiona, che nascondeva la polvere sotto il tappeto, in barba ai suoi datori di lavoro (che in questo caso sarebbero i cittadini): Nessuno vede niente, tutto sembra bellissimo, e qualche ingenuo ci fa pure i complimenti.
    P.S.: Vincenzo De Luca è lo stesso che costruiva tutt’intorno fontanine decorative, mentre la rete idrica andava a pezzi, con la conseguenza che spesso e volentieri oggi manca l’acqua nelle case.
    P.P.S.: De Luca è lo stesso che voleva fabbricare pure una fantomatica linea metropolitana, mentre la stazione di Salerno di fatto veniva tagliata fuori da numerosi collegamenti con Roma e Milano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: